Mont Gelé 2012

L'11 ottobre 2012 si è svolta l'annuale campagna glaciologica al ghiacciaio di Mont Gelé, che, fin dal 2004, si presenta diviso in due porzioni: una parte inferiore, costituita da una lingua in gran parte coperta di detrito, e una superiore, non coperta di detrito, che arriva fino alla cima del Mont Gelé (3448 m).
Al momento del rilievo era presente dell'innevamento recente, che non consentiva di definire il limite della neve raggiunto durante l'estate. Tuttavia, da fotografie scattate da elicottero il 7 settembre 2012, è stata osservata la presenza di scarso innevamento residuo sulla parte superiore del ghiacciaio e nelle zone in ombra della lingua (immagine 1).

Nonostante la posizione della bocca glaciale della lingua mantenga una posizione costante, l'intero apparato glaciale sta via via riducendosi, portando al progressivo restringimento in larghezza della lingua e all'arretramento della fronte della zona sommitale del ghiacciaio. La riduzione della superficie di ghiaccio ha comportato la scomparsa di due delle tre cavità glaciali osservate negli anni scorsi sulla lingua (immagine 2). Solo la cavità superiore è tuttora presente e ospita un lago di contatto glaciale di forma subcircolare, caratterizzato da metà delle sponde in ghiaccio (immagine 3). Queste sono molto ripide e pertanto non è stato possibile rilevare con il GPS il perimetro del lago.

Il ghiacciaio di Mont Gelé in una fotografia da elicottero del 7/09/2012; è visibile la presenza di scarso innevamento residuo nella zona superiore del ghiacciaio.
Il ghiacciaio di Mont Gelé in una fotografia da elicottero del 7/09/2012; è visibile la presenza di scarso innevamento residuo nella zona superiore del ghiacciaio.

Sulla lingua del ghiacciaio del Mont Gelé si può individuare una sola cavità di collasso al marine del ghiaccio. La cavità ospita un piccolo lago di contatto (fotografia scattata da elicottero il 7/09/2012).
Sulla lingua del ghiacciaio del Mont Gelé si può individuare una sola cavità di collasso al marine del ghiaccio. La cavità ospita un piccolo lago di contatto (fotografia scattata da elicottero il 7/09/2012).

Il lago di contatto ospitato dalla cavità glaciale del Mont Gelé (fotografia del 11/10/2012).
Il lago di contatto ospitato dalla cavità glaciale del Mont Gelé (fotografia del 11/10/2012).


 Allegati
  Versione pdf della relazione
Attività glaciologiche © 2010 Fondazione Montagna sicura