Rutor 2012

Per l'anno idrologico 2011/12, sul ghiacciaio del Rutor è stato misurato un bilancio di massa medio pari a -1502 mmWE, che equivale a oltre 12 milioni di metri cubi d'acqua. Dall'inizio delle attività di misura, nell'anno idrologico 2004/05, il ghiacciaio del Rutor ha perso una massa equivalente a quasi 68 milioni di metri cubi d'acqua (immagine 1).

L'accumulo massimo sul ghiacciaio è stato rilevato l'11 maggio ed era pari a 1509 mmWE, un valore simile a quello registrato negli anni precedenti. Durante l'estate vi è stata una intensa fusione del manto nevoso, che in molti punti della zona di accumulo ha portato a giorno il firn degli anni passati (immagine 2). A questo, si sono unite le consuete forti perdite di spessore di ghiaccio: i valori di emersioni delle paline nel corso dell'estate variano tra 560 mm a 3100 m di quota e 5580 mm a 2700 m. Ne risulta pertanto un bilancio di massa fortemente negativo. 

Grafico del bilancio di massa del ghiacciaio del Rutor dall’inizio dell’attività.
Grafico del bilancio di massa del ghiacciaio del Rutor dall’inizio dell’attività.

Fotografia della zona di accumulo del ghiacciaio del Rutor scattata da elicottero il 7/09/2012 che documenta lo scarso innevamento presente sul ghiacciaio al termine dell’estate.
Fotografia della zona di accumulo del ghiacciaio del Rutor scattata da elicottero il 7/09/2012 che documenta lo scarso innevamento presente sul ghiacciaio al termine dell’estate.


 Allegati
  Versione pdf della relazione
Attività glaciologiche © 2010 Fondazione Montagna sicura